THOR: THE DARK WORLD


Titolo originale: Thor: The Dark World
Paese: U.S.A.
Anno: 2013
Durata: 112 min. 
Genere: fantascienza, azione, cinecomic
Regia: Alan Taylor
Sceneggiatura: C. Yost, C. Markus, S. McFeely, J. Whedon
Cast: C. Hemsworth, N. Portman, T. Hiddleston, A. Hopkins, S. Skarsgard, K. Dennings, I. Elba, J. Alexander, C. Eccleston, Z. Levi
Trama: Thor è appena tornato ad Asgard dopo due anni di guerre nei nove Regni causate dalla ribellione di Loki. Ma l'universo è nuovamente minacciato dal ritorno degli Elfi Oscuri, che minacciano di distruggere tutto definitivamente.

Ieri sera sono andata al cinema con l'intenzione di vedere La mafia uccide solo d'estate. Purtroppo per me e per fortuna di Pif, al mio arrivo la sala era già piena e ho deciso di ripiegare su Thor: The Dark World. Non fingerò che mi sia completamente dispiaciuto: la verità è che non mi perdo un cinecomic della Marvel da un bel po' di anni a questa parte, per cui era destino che andassi a vedere anche questo film.
Il secondo capitolo della saga di Thor, che si colloca temporalmente due anni dopo The Avengers e qualche tempo dopo dopo Iron Man 3, abbandona i toni shakespeariani ricercati da Kenneth Branagh nel primo capitolo e direi che il risultato è nettamente migliore. 
Gli autori, infatti, hanno scelto di recepire e privilegiare i toni ironici e di puro intrattenimento in linea con il resto della saga dei Vendicatori, rispetto al tentativo dei loro predecessori di elevare il fumetto a qualcosa di più aulico, che era finito nello sfociare nel ridicolo.
Alan Taylor, subentrato alla regia, ha poi scelto di inserire atmosfere tipiche de Il Signore degli Anelli, che ben si adattano a un film ambientato prevalentemente ad Asgard.
La ricerca di un nuovo stile ed equilibrio è andata, però, a discapito della trama, che risulta alquanto incomprensibile e farraginosa. Anche gli effetti speciali non risultano particolarmente straordinari o innovativi, ma sono comunque spettacolari al punto giusto per una storia che non è semplicemente il capitolo di una saga, ma fa parte di una saga a sua volta tassello di un puzzle molto più grande.
E' questo il principale merito della Marvel, che è riuscita a ricreare sullo schermo gli intrecci tipici dei fumetti, probabilmente apportando alle storie proposte addirittura maggior coerenza rispetto a quella che avevano sulla carta.
Basti pensare che anche la serie tv Marvel's Agents of Shield si è allineata alla storia raccontata da Thor: The Dark World, portando gli agenti a confrontarsi con le conseguenze della battaglia finale narrata nel film di Alan Taylor.
La rock star del film è rappresentata non da Thor (Chris Hemsworth), né da Jane Foster (Natalie Portman), ma ovviamente da Loki, interpretato da un sempre bravissimo Tom Hiddleston, che sembra davvero averci preso gusto a rivestire i panni del fratello cattivo di Thor. Se la prima parte del film scorre un po' lentamente, è con l'entrata in scena di Loki che la pellicola acquista tutto un altro sapore regalando una serie di gag davvero spassose.

Voto: 6 e 1/2

Se vi è piaciuto, guardate anche: Thor, The Avengers, la trilogia di Iron Man, Capitan America

Commenti

  1. mi trovi daccordo, un decente sequel che soddisfa i fan il giusto!

    RispondiElimina
  2. Tranne qualche singola sequenza azzeccata, non mi è piaciuto.

    RispondiElimina
  3. concordo sul tono tolkieniano
    all'inizio sembra uguale alla Compagniaecc: "tutto cominciò con la forgiatura dei grandi anelli..." e qui tutto comincia con la guerra tra gli Asgardiani, adoratori della luce, e gli Elfioscuri per il controllo dell'Aether (l'equivalente dell'indistruttibile Anello del Potere)
    poi c'è questo Dark World che sembra Mordor... tranne che squilla il telefonino (risatona in sala) e vuol dire che c'è campo
    e l'astronave dei Cattivi che crolla su stessa come Bard-Dur
    concordo anche su Loki l'Ingannatore: se non ci fosse lui il film sarebbe una noia!!!

    RispondiElimina
  4. Ha proprio ragione mia madre, allora: il personaggio migliore della serie è davvero Loki! ;D Aspetto con tantissima curiosità di riuscire a vedere questo secondo film: sono sempre stata una grandissima fan dei film con protagonisti supereroi vari ed assortiti e brillanti villain d'eccezione... Devo anche recuperare un bel po' di episodi di "Agents of Shield", ora che ci penso! :P

    RispondiElimina
  5. Io il primo l'avevo visto giusto per la presenza di Natalie, ma questo francamente lo passo volentieri..

    RispondiElimina

Posta un commento