TOP TEN MIGLIORI FILM 2012


10. Marley di Kevin MacDonald 

Con un irrinunciabile sottofondo musicale, che spazia dalle canzoni più note di Bob Marley (Get up, stand up, No woman no cry) a quelle meno conosciute (Simmer Down, Small Axe), MacDonald dipinge l'immagine di un artista fortemente ancorato a principi e valori, non sempre condivisibili, e dotato della necessaria umiltà per arrivare al successo e diffondere il suo messaggio.



9. The Avengers di Joss Whedon

La coesistenza di più supereroi rappresenta il momento originale e la scommessa riuscita di The Avengers. I quattro supereroi, affiancati da due superspie, dovranno mettere da parte il loro superego e comprendere il modo di lavorare in una squadra.


8. Lawless di John Hillcoat

La storia dei tre fratelli Bondurant, che, come apprendiamo nel prologo del film, è "una storia vera", è raccontata in modo equilibrato e senza particolari eccessi.
Infatti, le scene di violenza si alternano con equilibrio a scene spensierate, come le scene più sentimentali si alternano a quelle drammatiche.



7. Hugo Cabret di Martin Scorsese 

Il 3D diventa, in Hugo Cabret, un'occasione per raccontare il cinema a noi, pubblico del secolo XXI, per farci rivivere quelle emozioni di paura e stupore che dovevano aver provato gli spettatori di quel primo film dei fratelli Lumière, in cui si vedeva semplicemente un treno che marciava. 
Scorsese coglie la moda del momento e la trasforma in modo da celebrare il cinema e Méliès, colui che con i suoi trucchi e le sue illusioni portò per primo l'uomo sulla luna.



6. Hunger Games di Gary Ross

Combinando elementi tratti dalla mitologia greca con il Grande Fratello di George Orwell, Hunger Games, come l'omonimo romanzo cui è ispirato, propone una storia intensa ed emozionante, che sorprende lo spettatore continuamente.




Come La Compagnia dell'Anello, Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato è capace di catapultarci nella Terra di Mezzo. Per me che ho tanto amato la prima trilogia, è stato come tornare a casa dopo un lungo viaggio. 



4. Quasi amici di Olivier Nakeche e Eric Toledano

Quasi amici è un ottimo esempio di come si possa narrare – con gli strumenti della commedia – un tema delicato e complesso, senza la retorica melodrammatica di un lungometraggio strappalacrime, ma senza rientrare nella categoria delle pellicole propriamente “d'autore”.


3. Moonrise Kingdom di Wes Anderson - prossimamente la recensione

Una fuga d'amore di due ragazzini incompresi. Un film dolcissimo e allo stesso tempo struggente.


2. Diaz di Daniele Vicari- prossimamente la recensione

Un film verità su quanto accadde nel luglio del 2001 alla scuola Diaz e alla caserma di Bolzaneto in occasione del G8 a Genova.
Quando i diritti civili nel nostro paese furono per giorni sospesi a danno di centinaia di ragazzi colpevoli soltanto di aver manifestato la propria voce.


1. Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno di Christopher Nolan

Ne Il Cavaliere Oscuro -  Il ritorno ci sono la violenza dell'America delle origini, il terrore dell'America contemporanea, la speranza di un America futura diversa. Le lotte in strada ricordano alquanto Gangs of New York di Martin Scorsese, mentre l'anarchia in città sembra rimandare allo scenario descritto da Don De Lillo in Cosmopolis. Ma tutto il resto, è farina del sacco di Christopher Nolan.

Commenti

  1. Hugo Cabret e Hunger Games li avrei saltati a piè pari, per il resto un plauso per Marley e Lawless! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la classifica è un po' limitata perché mi sono resa conto di aver perso molti film!

      Elimina
  2. Zona alta a parte (di cui purtroppo non ho visto molto), classifica molto interessante e con un gran bel podio!

    RispondiElimina
  3. Lawless non mi ha convinto molto, un film sufficiente ma per me non da top:D spero di recuperare presto Batman:)

    RispondiElimina
  4. Concordo con Ford, Hugo Cabret e Hunger Games (soprattutto Hunger Games) non li avrei nemmeno infilati in classifica.
    Apprezzo moltissimo però l'inserimento di Diaz al secondo posto ^__*

    RispondiElimina
  5. A parte Hunger Games e che non mi è piaciuto molto e Marley/Lawless che ancora non ho visto condivido abbastanza i film che hai messo in classifica.. sei una delle poche che ha avuto il "coraggio" di mettere il cavaliere oscuro sul gradino più alto e per questo ti stimo moto, io a malincuore non credo ce la farò :(

    RispondiElimina
  6. viva hunger games, moonrise kingdom e quasi amici!
    gli altri invece mi hanno deluso, chi più chi meno
    (marley è l'unico che non ho visto)

    RispondiElimina

Posta un commento