RESIDENT EVIL: AFTERLIFE

(Avvertimento: Contiene spoiler)

Resident evil: Afterlife ovvero un film a cui mi sforzo di dare un senso.

Per la prima volta ho visto un film della saga di Resident Evil... non c'era bisogno di vedere i tre precedenti per capire la trama.
Alice, una dei pochi sopravvissuti in un mondo popolato da zombie, insieme ad un altro gruppo di sopravvissuti cerca di raggiungere ad Arcadia, la terra promessa (nient'altro che una nave al largo della costa di Los Angeles), dalla quale vengono trasmessi messaggi radio per salvare i pochi uomini rimasti sul pianeta.
Una volta arrivati ad Arcadia, Alice e i suoi compari scoprono che in realtà i duemila superstiti non sono stati salvati, ma utilizzati come cavie per nuovi esperimenti. Insomma, sono passati dalla padella alla brace.
La storia non sarebbe neppure così banale, se non fosse che la recitazione è pessima, o meglio, gli attori non si sforzano nemmeno di recitare, i combattimenti sembrano quelli di un videogioco (ovvio... la saga nasce da un videogioco...), gli effetti speciali fatti ad uso e consumo del 3d come si usa di questi tempi, mentre gli zombie fanno venire il voltastomaco (forse questo dovrebbe essere lo scopo... evidentemente non apprezzo gli zombie!!!).
L'unica cosa degna di nota è la bellezza di Milla Jovovich, ma non credo che questo sia sufficiente per giudicare positivamente un film...

Paul W.S. Anderson su wikipedia
Il trailer del film su youtube

Commenti