DALLAS BUYERS CLUB


Titolo originale: Dallas Buyers Club
Paese: U.S.A.
Anno: 2013
Durata: 117 min.
Genere: drammatico
Regia: Jean-Marc Vallée
Sceneggiatura: Craig Borten, Melisa Wallack
Cast: Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Jared Leto, Steve Zahn, Dallas Roberts, Michael O' Neill, Denis O' Hare, Griffin Dunne
Trama: Dallas, 1985. L'omofobo Ron Woodroof scopre di aver contratto il virus HIV tramite rapporti sessuali non protetti. Dopo una fase di negazione, comincia a procurarsi farmaci illegali in Messico per arrestare il corso della malattia. 

Non è mai troppo tardi per cambiare. Nemmeno quando un virus minaccia la tua vita, che potrebbe estinguersi in meno di 30 giorni. Nemmeno quando vivi negli anni Ottanta a Dallas, Texas, dove, se hai l'AIDS, anche per le persone 'colte' ed 'istruite', sei necessariamente omosessuale e, dunque, secondo la loro mentalità, un individuo da isolare.
Non è mai troppo tardi per sfidare le "autorità", o quanto meno quelle che si presentano come tali in nome del benessere dei cittadini, ma che badano solo ai propri interessi.
Non è mai troppo tardi per attaccarsi alla vita con tutti i mezzi che si hanno a disposizione, quando si pensa che ci stia abbandonando troppo presto.
Non è mai troppo tardi per fare amicizia con chi credevi diverso e per scoprire la falsità nelle persone che si dicevano amiche.
Dallas Buyers Club è tutto questo, e anche di più. E' la storia di una lotta, di una riconciliazione con se stessi, è la storia di un uomo che, a causa della propria ignoranza, dopo una discesa a picco si ritrova di fronte ad una strada a senso unico, ma si volta e decide di tentare la risalita.
Dallas Buyers Club è Ron Woodroof (Matthew McConaughey), nei panni del classico texano da rodeo, un individuo che si porta dietro un bagaglio di pregiudizi, un uomo che scopre nell'estremità della propria condizione la dignità nell'amare e nell'essere amati e afferma con vigore il proprio diritto di essere artefice del proprio destino.
Dallas Buyers Club è  Rayon (Jared Leto), solare nonostante la malattia, ma incapace di rinunciare alle proprie dipendenze; attaccato alla vita, punisce la 'diversità' che lo rende padrone di sè, ma dietro la quale ha nascosto tutte le sue paure e tutte le sue incertezze. 
Una coppia irresistibile, una storia appassionante e commovente, che non ha paura di farti perdere e allo stesso tempo di insegnarti qualcosa. 

Voto: 8 e 1/2

Se vi è piaciuto, guardate anche: Philadelphia, Amore e altri rimedi


Commenti

  1. Un film discreto che mette in luce due grandi interpretazioni, che mi ha ricordato Milk e Erin Brockovich ma che non è il Capolavoro dell'anno.

    RispondiElimina
  2. Io non so dove andarlo a vedere, nelle multisale della mia città non c'è e questo ha dell'incredibile

    RispondiElimina

Posta un commento