Ho voglia di leggere: L'INVERNO DI FRANK MACHINE


L'inverno di Frankie Machine è un thriller del 2006 scritto da Don Winslow, scrittore statunitense recentemente scoperto dal cinema e, in particolare da Oliver Stone, che ha portato sullo schermo Le belve. 
L'opera è ambientata a San Diego, dove Frank Macchianno, ex killer della mafia californiana, si è ritirato dalla malavita e vende esche in un piccolo negozio. Una sera, l'uomo viene attirato da vecchi amici in una trappola mortale, dalla quale si salva a stento. Comincia, così, una corsa contro il tempo per scoprire chi, dopo tanti anni, lo vuole morto.
Intrecciando presente e passato, Don Winslow costruisce un romanzo dal ritmo veloce e incalzante, senza, però, trascurare dettagli o particolari utili alla costruzione della storia e alla rappresentazione del protagonista.
Il maggior pregio del romanzo consiste nell'aver trasferito nell'assolata California storie solitamente ambientate sulla costa est degli Stati Uniti. La vita di Frank Macchianno, detto Frankie Machine per la sua capacità di raggiungere sempre l'obiettivo (di uccidere), è fatta di tante storie che si accavallano nel suo tentativo di essere, da un lato, un semplice venditore di esche, e dall'altro di rispondere all'onore della "famiglia". Egli è rappresentato, se non in una veste eroica, quantomeno come un personaggio positivo che in qualità di "killer" si è sempre attenuto ad un codice, ostentato da molti mafiosi, ma rispettato da pochi. Nel corso del romanzo, infatti, tale codice è portato ad una completa disintegrazione, risultando chiaro, alla fine, che esso non esiste.
Il limite inevitabile del romanzo è quello di essere stato scritto in un'epoca post - Padrino, quando molte situazioni e molti eventi sono stati già indagati e rappresentati sia nella letteratura che nel cinema, senza aggiungervi qualcosa di innovativo o, perlomeno, abbastanza interessante, e finendo ad arrivare ad un finale oggigiorno scontato.

Curiosità: i diritti del romanzo, ancor prima della sua pubblicazione, furono acquistati da Robert De Niro che avrebbe dovuto impersonare il protagonista in un film diretto da Michael Mann, ma dal 2007 del progetto si sono perse le tracce.


Voto: 6 e 1/2


Commenti