SHERLOCK HOLMES: GIOCO DI OMBRE


Secondo capitolo della saga iniziata nel 2009 e diretta da Guy Ritchie, con protagonista Robert Downey Jr. nei panni del più famoso investigatore del mondo e Jude Law nei panni del suo compare John Watson, Sherlock Holmes: Gioco di ombre prosegue sulla stessa linea del primo episodio con eccessi di stile e di azione. 
E' il 1891: Sherlock Holmes scopre che dietro vari attentati terroristici avvenuti in Europa e attribuiti al movimento anarchico, si nasconde in realtà il suo acerrimo nemico Moriarty, il quale nasconde l'assai temibile intento di far scoppiare una guerra mondiale.
In questo capitolo si conferma la rappresentazione di Holmes e Watson essenzialmente come uomini di azione, e le famose capacità deduttive dell'investigatore sono quasi completamente accantonate (addirittura Holmes fa cilecca un paio di volte), mentre quelle del suo amico sembrano incredibilmente invigorite (e più personaggi, infatti, nel corso del film ne restano stupiti). I fan più tradizionalisti, dunque, non resteranno soddisfatti: infatti, il film, estrememante incalzante e avvincente, presenta ben poco gli aspetti del giallo classico. Inoltre, rispetto ai romanzi di Sir Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes appare meno un uomo solo ma cerca molto l'aiuto degli altri con cui condivide sin dal principio le suo scoperte e deduzioni.
Accanto a Robert Downey Jr. e Jude Law, troviamo Stephen Fry, nei panni di Mycroft Holmes, fratello dell'investigatore, tanto brillante e stravagante; Noomi Rapace, che interpreta Sim, una gitana che aiuterà Holmes e Watson, e Jared Harris, figlio del defunto Richard, nei panni del professor Moriarty.

Voto: 7 e 1/2

Sherlock Holmes: Gioco di ombre su imdb
Guy Ritchie su imdb
Il trailer su youtube

Commenti

  1. Ritchie conferma la struttura del primo, secondo me, potenziando alcune parti, come ad esempio i flashforward che sono molto più numerosi. Avendo già presentato i protagonisti nel precedente capitolo, si diverte nelle esagerazioni. Tutto sommato l'ho preferito al primo, entrambi mi sono comunque piaciuti abbastanza:)

    RispondiElimina
  2. Anche a me il film è piaciuto e ho trascorso due ore senza pensieri! Il che è molto per un film!

    RispondiElimina
  3. Davvero un bel film, ho amato il primo e forse ancor di più questo secondo! E come dici tu, Anto, trascorrere due ore senza pensieri è un gran bel risultato!!! :)

    RispondiElimina
  4. @ es
    Anche a me è piaciuto di più il secondo del primo!

    RispondiElimina
  5. Ho preferito il secondo al primo. Meglio strutturato, meglio recitato, un bel giocattolone di lusso. Puro svago. Ed ogni tanto ci vuole!Ne ho parlato anche da me

    RispondiElimina

Posta un commento