mercoledì 1 febbraio 2012

Ho voglia di leggere: LA VALLE DELLA PAURA


"Nessuna catena è più forte del suo anello più debole"

La valle della paura è il quarto ed ultimo romanzo che Sir Arthur Conan Doyle dedicò a Sherlock Holmes.
Pubblicato nel 1915, esso è ispirato agli omicidi e agli attentati commessi dai membri della società segreta Molly Maguires, attiva in Pensylvania sul finire del XIX secolo. 
In quest'avventura, Sherlock Holmes è chiamato ad indagare sulla morte di John Douglas, un uomo ucciso in circostanze misteriose nel suo castello nel Sussex. Alla scoperta dei responsabili da parte dell'investigatore seguirà la rivelazione di una sconcertante verità.
La valle della paura presenta la stessa struttura di un altro romanzo, Uno studio in rosso: nella prima parte, il dottor Watson racconta le investigazioni compiute da Holmes cui ha direttamente assistito, nella seconda parte vi è un lungo flashback ambientato in America. Il romanzo si conclude nella celebre dimora di Holmes e Watson al numero 221B di Baker Street, ove tutti i fili si ricompongono.
La valle della paura non è accattivante e avvincente come gli altri romanzi di Conan Doyle; la figura di Sherlock Holmes, presente nel panorama letterario inglese da circa ventotto anni, non ha più la freschezza e la genuinità di una volta. Ciononostante la sua lettura è certamente consigliabile a coloro che, desiderosi di andare oltre i personaggi interpretati al cinema da Robert Downey Junior e in tv da Benedict Cumberbatch, desiderino conoscere la figura di Sherlock Holmes confrontandosi direttamente con la fantasia del suo ideatore. 

Per approfondimenti: 
La valle della paura su wikipedia
Arthur Conan Doyle su wikipedia
La società segreta Molly Maguires su wikipedia

Recensione di Sherlock Holmes - Gioco di ombre su Ho voglia di cinema

1 commento: