martedì 27 marzo 2012

Ho voglia di leggere: IL GRANDE INVERNO

Udite le mie parole, siate testimoni del mio giuramento. 
Cala la notte, e la mia guardia ha inizio. Non si concluderà fino alla mia morte. Io non avrò moglie, non possiederò terra, non sarò padre di figli. Non porterò corona e non vorrò gloria. Io vivrò al mio posto, e al mio posto morirò. Io sono la spada nelle tenebre. Io sono la sentinella che veglia sul muro.  Io sono il fuoco che arde contro il freddo, la luce che porta l'alba, il corno che risveglia i dormienti, lo scudo che veglia sui domini degli uomini. Io consacro la mia vita e il mio onore ai Guardiani della notte. Per questa notte e per tutte le notti a venire.

Grandi avvenimenti sconvolgono il mondo: l'inverno sta per arrivare e il drago sta per tornare. Gli uomini sembrano aver dimenticato entrambe le cose, soprattutto coloro che governano. Mentre fiumi di sangue vengono sparsi da Nord a Sud, oltre la Barriera ed oltre il mare stretto qualcosa si muove.
Ognuno dei protagonisti, che abbiamo imparato a conoscere nel primo romanzo, è ne Il grande inverno sottoposto ad insidiose sfide, che lo mettono duramente alla prova e lo lasciano interrogare sul senso del destino e della storia. I ruoli si mescolano e nessuno è più dov'era prima: e nessuno lo ha scelto. 
Il grande inverno conclude degnamente ciò che era stato raccontato ne Il trono di spade e lascia presagire ulteriori sviluppi che capovolgeranno ancora una volta tutto ciò che appariva certo e stabile.

(Il primo romanzo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco: Il trono di spade)

4 commenti:

  1. Mi associo al commento di sopra:) non sono per i libri di avventura:D

    RispondiElimina
  2. Pur comprendendo che non sempre un genere possa piacere, sono costretta a dissentire su un punto. Definire questi romanzi libri d'avventura è riduttivo. Descrivono meglio di altri romanzi il carattere umano. L'avventura e il fantastico rappresentano solo la cornice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si comprendo il tuo punto di vista, ma per i libri sono molto selettivo e "generico" ovvero per il 99% leggo solo thriller. Nel settore cinema invece mi piace guardare di tutto. Quindi evito a priori i libri che non abbiano il genere sopraindicato, quindi anche se l'avventura è solo la maschera esterna e contengano nel profondo una storia d'amore o d'amicizia ad esempio, non mi attraggono ugualmente:)

      Elimina