HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE - PARTE II

E così, si è giunti finalmente all'ultimissimo capitolo della saga di Harry Potter, nata dalla penna di J.K. Rowling, e trasposta al cinema negli ultimi dieci anni. Proprio così: Harry Potter al cinema ci ha accompagnato per dieci anni ed ora con amarezza coloro che lo hanno seguito con passione devono prenderne atto, ponendo fine alla seducente sensazione dell'attesa e rassegnandosi a rileggere i romanzi e a rivedere i film.
Cosa dire di Harry Potter e i doni della morte - Parte II?
Il film, innanzitutto, risente del fatto di essere una seconda parte: ragion per cui, a mio avviso, un sabato pomeriggio che non avete nulla da fare, occorre armarsi di pazienza e vedere insieme, di seguito, la parte I e la parte II. Non sono una gran fan di queste suddivisioni artificiose dei romanzi, sebbene occorra ammettere che ci fosse così tanto materiale che ai più sarebbe sembrata una blasfemia tagliare qualcosa.
Il primo tempo del film è avvincente e emozionante, mentre il secondo tempo è meno trascinante di quel che sperassi, per quanto non possa negare che qualche lacrimuccia mi sia uscita. Nulla a che vedere, comunque, con il romanzo, che mi ha fatto commuovere tantissimo quando si viene a scoprire la vera "identità" di Piton, mentre nel film non mi è piaciuta per nulla la recitazione di Alan Rickman, che in generale, comunque, è un grandissimo attore. Il trucco dei protagonisti sul finale ambientato circa vent'anni dopo è davvero posticcio e avrei preferito che quella scena fosse tagliata (salvo poi recuperarla nel dvd... e, comunque, tutti, oggi, senza neppure leggere i romanzi, possono sapere da wikipedia chi è finito con chi e quanti figli ha avuto).
In generale gli effetti speciali sono grandiosi e la visione di Hogwarts distrutta, il luogo nel quale si sono consumati amori, amicizie e tragedie per sette lunghi anni (dieci per noi) colpisce diritto al cuore.
Non posso esprimermi sul 3d perché ho preferito vedere il film in 2d, sia perché non sono una grandissima fan del 3d (almeno fino a quando in Italia non esisteranno sale con maxischermi adeguati), sia per coerenza dato che tutti gli altri film sono stati in 2d.
In generale, dunque, do a questo film un bel 7, credendo che forse un pochino meglio si poteva fare.

Voto: 7

Anno: 2011
Harry Potter e i doni della morte - Parte II su imdb
David Yates su wikipedia
Il trailer su youtube

Commenti

  1. concordo sulla grandiosità degli effetti speciali e sulla commozione di vedere Hogwarts in macerie
    noto che SEI NON HAI LETTO BENE IL ROMANZO tante cose restano incomprensibili (perché Lucius si defila? come fa la sig.ra Weasley a distruggere la terribile Bellatrix?)
    N.B: com'è caruccio Severus da piccolo!!!!!!

    RispondiElimina
  2. tremendamente deluso

    RispondiElimina
  3. @ il bibliofilo
    Hai perfettamente ragione. Moltissimi particolari sono dati per scontati e chi è a digiuno dalla lettura dei libri resta un po' perplesso. Piton da bambino è eccezionale!
    @ La torre del faro
    Concordo.
    Il secondo tempo del film mi è piaciuto pochissimo.

    RispondiElimina
  4. io andrò domani sera a vederlo...
    i film di harry potter in generale non mi fanno impazzire, escluso forse il quarto che mi era piaciuto parecchio...

    spero di piangere un sacco, come nel libro!

    RispondiElimina
  5. @ Federica
    Anche per me HP e il calice di fuoco rimane il film migliore.
    Per quanto riguarda HP e I doni della morte Parte II, mi aspettavo decisamente di meglio!!!

    RispondiElimina
  6. A mio modesto parere un filmaccio. Si salva solo il flashback di Piton, poi il vuoto cosmico...

    RispondiElimina

Posta un commento